(Ultimo aggiornamento: )

da Renato Rocchi, La meravigliosa avventura, Aviani Ed.

“17 ottobre [1965] – aeroporto Rivolto
* 1° Raduno Piloti Pattuglie Acrobatiche* organizzazione: 313° Gruppo A. A.;
* Programma:
• per la prima volta si ritrovavano a Rivolto i piloti che fanno parte di un ‘team’ acrobatico dell ‘Aeronautica Militare, dalla pattuglia del 1° Stormo alle “Frecce Tricolori”.
Domenica la manifestazione aerea dedicata alla gente del Friuli.
Oltre la P.A.N., che chiudeva il programma “Alto di 9 G.91 “, non potevano mancare:
• il Cap. Riccardo Peracchi – con l’MB 326,
• il Cap. Danilo Franzoi – con il G.91,
• il Cap. Franco Bonazzi – con l’F 104 G”.

da Gianfranco Da Forno, Frecce Tricolori – La storia, Grafiche Battivelli, 2009, p. 54

Nel 1965 il numero dei velivoli salì a 9, mantenendo “a discrezione del Comandante” la formazione a “6”; venne anche inserita la manovra del “Ventaglio“. Questo fu anche l’anno in cui venne organizzato il “Primo Raduno Piloti Pattuglie Acrobatiche”, con lo scopo di riunire, con cadenza quinquennale, i piloti che avevano fatto parte delle pattuglie acrobatiche dell’Aeronautica Militare Italiana, sin dagli anni ’30. Si trattò di una scelta difficile per gli organizzatori del “Raduno”. Ogni pilota da caccia che si rispetti aveva eseguito manovre acrobatiche in una formazione di reparto che si era esibita di fronte ad un pubblico, costituito magari da semplici visitatori o autorità. Si decise, suscitando non pochi risentimenti, di considerare unicamente le pattuglie ufficialmente costituite per ordine dello Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare. Il 1° Raduno si concluse domenica 17 ottobre, con una manifestazione alla quale partecipò con l’Aermacchi MB-326, il capitano Riccardo Peracchi, forse il più celebre degli acrobati militari a livello mondiale. Con lui il capitano Danilo Franzoi con un FIAT G-91R e il capitano Franco Bonazzi con uno splendido Lockheed F-104G “Starfighter”.

Raduno Piloti Pattuglie Acrobatiche: le autorità e i radunisti – Sfilano gli stendardi degli stormi – Il “doppio tonneau”: un pezzo da novanta – Apertura della “bomba”

da Illustrato FIAT, anno XIV, n° 02, febbraio 1966, p. 10

1000 Km orari, normale prestazione per un aviogetto « acrobatico » del 1966. Un passaggio, « con fumata », dei Fiat G 91 della P.A.N. durante la Manifestazione aerea svoltasi in occasione del 1. Raduno Nazionale Piloti Pattuglie Acrobatiche.

La cerimonia, che ha avuto luogo a Rivolto, attuale sede della P.A.N., ha visto radunati oltre 100 piloti « acrobati ». Tra questi, molti che hanno fatto parte delle pattuglie degli anni trenta, le cui spettacolari esibizioni con i Fiat CR32, frutto di una maestria e di un addestramento eccezionali, suscitarono ovunque ammirazione per la nostra Aeronautica. (Foto PAN)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.