(Ultimo aggiornamento: )

Avverrà in volo il cambio della guardia al vertice delle Frecce

di Luca Perrino
da Il Piccolo, anno 125, n° 268, 19 novembre 2006, p. 4

RIVOLTO. Passaggio di testimone, domattina, alla base aerea di Rivolto, al comando del 313° gruppo di addestramento acrobatico dell’aeronautica militare italiana. Dopo tre anni alla guida delle Frecce Tricolori, infatti, il tenente colonnello Paolo Tarantino lascerà il comando al maggiore Massimo Tammaro e lo farà in volo, per l’ultima volta ai comandi del suo Aermacchi MB339, nel corso di una cerimonia, che prenderà il via alle 10.30, alla quale sono state invitate 1.500 persone e che vedrà la presenza, tra gli altri, del generale di squadra aerea Giulio Mainini.

Una lunga carriera, quella di Tarantino nel Friuli Venezia Giulia, iniziata già nel 1996 come pilota in addestramento, continuata poi come capoformazione e successivamente come comandante.

Nato a Milano nel settembre del 1968, Paolo Tarantino nel 1987 entra in Accademia dove frequenta il corso Grifo IV che gli permette poi di conseguire l’abilitazione di pilota da combattimento sul mitico F104 al 51° Stormo.

Lascia la cloche, prima di trasferirsi nella sua città natale per un importante incarico, a Massimo Tammaro, savonese classe 1968, sino ad oggi capoformazione, ruolo che, nella prossima stagione, sarà assegnato al maggiore Marco Lant.

Una cerimonia che si annuncia carica di emozione e di significato, nel segno della continuità di una realtà, quella della Pan, che è oggi considerata la miglior pattuglia acrobatica militare al mondo.

Il tutto al termine di una stagione che ha visto le Frecce tricolori presenti in 40 manifestazioni aeree in Italia e 3 all’estero, tra le quali spicca quella del giugno scorso per l’anniversario della formazione della pattuglia Aquila spagnola.

L’acrobazia aerea collettiva, in ambito militare, vide i suoi albori alla fine degli anni Venti, proprio nel Friuli Venezia Giulia, all’aeroporto di Campoformido, allora sede del Primo stormo caccia comandato dal colonnello Rino Corso Fougier.

Nel 1961 si decise di costituire una sola Pattuglia acrobatica nazionale composta dai migliori piloti militari. Prese vita il 313° Gruppo, dislocato allora come oggi sulla base di Rivolto e che ebbe come primo comandante il maggiore Mario Squarcina.

Il Maggiore Massimo Tammaro è il nuovo comandante delle Frecce Tricolori. Subentra al tenente colonnello Paolo Tarantino a capo del 313° Gruppo addestramento acrobatico

da freccetricolorivenezia.it – vecchio sito [ fonte ]

In data odierna si è svolta, sulla base di Rivolto, la cerimonia di cambio di comando in seno al 313° Gruppo addestramento acrobatico “Frecce Tricolori”. Il Tenente colonnello Paolo Tarantino ha infatti passato le consegne al Maggiore Massimo Tammaro, fino a quest’anno leader della formazione, per passare a nuovi incarica in seno all’Aeronautica Militare in quel di Milano. La cerimonia è stata anticipata dal tradizionale passaggio della Pattuglia acrobatica sopra la pista in formazione di undici velivoli, dove l’ormai ex comandante Tarantino ha lasciato i suoi piloti in volo con una virata a sinistra che ha lasciato campo alla formazione con in testa il Maggiore Tammaro. Ne è seguito il passaggio di consegne ufficiale a terra.

Foto © Pier Andrea Comolli per 68° Club Frecce Tricolori “Leonardo” [ fonte ]

Frecce Tricolori: Tammaro diventa il nuovo comandante

Passaggio di consegne a Rivolto

di Luca Perrino
da Il Piccolo, anno 125, n° 269, 21 novembre 2006, p. 4

RIVOLTO Formale, come la circostanza ed il protocollo impongono. Ma allo stesso tempo semplice, gioiosa, carica di autentica emozione, le caratteristiche principali di una grande famiglia chiamata. Frecce Tricolori. Che da ieri ha un nuovo comandante, il maggiore Massimo Tammaro, al quale, nel corso di una cerimonia svoltasi sulla base aerea di Rivolto, ha lasciato il testimone il tenente colonnello Paolo Tarantino.

Un evento, seguito da almeno un migliaio di persone che, per alcuni minuti, sono rimaste con naso all’insù per applaudire il passaggio di consegne in volo alla guida del 313° gruppo di addestramento acrobatico.

Commosso il discorso di commiato del comandante uscente. «Quest’occasione — ha detto Tarantino — ci permette di fermarci un attimo e di scattare una fotografia a questa grande realtà della nostra aeronautica. Un’immagine meravigliosa di una famiglia dove tutti si conoscono e si apprezzano, attaccata alle tradizioni ma proiettata nel futuro».

Tarantino ha voluto offrire un saluto particolare alla nostra regione. «Ho avuto modo di rapportarmi con persone — ha aggiunto — che mi hanno offerto la loro collaborazione in diverso modo e dalle quali ho ricevuto stima e collaborazione senza mai chiedere nulla».

E se il comandante di squadra aerea, generale Giulio Mainini, ha definito Ta-rantino un grande comandante, il successore, Massimo Tammaro, sorridente ha preso in mano lo scettro del comando di quella che è considerata la miglior formazione acrobatica militare al mondo. «Paolo è stato prima che comandante un vero amico — ha detto — un grande capo sia in volo, sia in terra. Ed è lui che mi ispiro».

Tra i presenti l’assessore al turismo, Enrico Bertossi. «Tarantino è stato un grandissimo comandante — sono state le sue parole – ma ha saputo e voluto anche legare l’immagine delle Frecce Tricolori a quella della regione, attraverso diverse iniziative, legate per esempio alla campagna di promozione turistica del Friuli Venezia Giulia. La collaborazione con le Frecce Tricolori, una delle presenze più importanti che abbiamo in regione, continuerà anche in futuro, perché siamo orgogliosi di ospitare in questa terra la sua base operativa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.