(Ultimo aggiornamento: )

di Silvia Savoye
da aostasera.it, 10 luglio 2015 [ fonte ]

Valtournenche – Il ritrovo è in piazza della chiesa di Breuil-Cervinia alle 9.30 per la sfilata e il saluto delle istituzioni. Alle 10 ci si sposterà tutti al campo da golf per ammirare la pattuglia di 9 veivoli.

Si apriranno ufficialmente questa mattina con l’esibizione delle Frecce Tricolori i festeggiamenti per i 150 anni della conquista del Cervino. La  formazione di 9 veivoli dell’aeronautica mlitare è arrivata ieri in Valle e questa mattina alle 10.30 svelerà le manovre acrobatiche che da sempre lasciano a bocca aperta grandi e piccini. Il ritrovo è in piazza della chiesa di Breuil-Cervinia alle 9.30 per la sfilata e il saluto delle istituzioni. Alle 10 ci si sposterà tutti al campo da golf per ammirare la pattuglia che prima effettuerà un passaggio arrivando dalla valle, verso il Cervino, virando verso Plateau Rosà sorvolando il ghiacciaio per poi tornare verso Breuil-Cervinia per un’evoluzione aerea.

Da questa sera e per tutti i 10 giorni di appuntamenti e iniziative organizzate per celebrare la ricorrenza il Cervino sarà illuminato. Mostre, escursioni, presentazioni di libri e dibattiti con i big dell’alpinismo animeranno Valtournenche e Breuil-Cervinia. Il programma completo degli appuntamenti è disponibile su www.lovevda.it.

Il 14 luglio per ricordare la conquista della vetta nel 1865, sul versante svizzero, della guida alpina Michel Croz e dell’inglese Edward Whymper il Cervino sarà chiuso agli alpinisti.

Cervino 150. Le frecce tricolori danno il via ai festeggiamenti

Inizia oggi, a Breuil-Cervinia Valtournenche, con il grande omaggio della pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolori, il programma dei grandi festeggiamenti che, dal 10 al 19 luglio 2015, la Regione Valle d’Aosta e il Comune di Valtournenche ha dedicato al Cervino per celebrare i 150 anni delle prime due storiche salite della Grande Becca.

da planetmountain.com, 10 luglio 2015 [ fonte ]

L’apertura dei festeggiamenti per i 150 anni delle prime due salite del Cervino sarà sicuramente un’emozione imperdibile, di quelle che non si scordano. Oggi, le frecce tricolori e il Cervino saranno i protagonisti, assolutamente d’eccezione, di questo inizio dei 10 giorni di festeggiamenti che la Valle d’Aosta e la Valtournenche dedicano alla Gran Becca, la montagna delle montagne, e ai mitici protagonisti dell’epopea della sua “conquista”. Assistere allo spettacolo aereo delle Frecce Tricolori, che sfrecceranno sopra la grande montagna simbolo delle Alpi e di tutte le montagne del mondo, s’annuncia come un vero spettacolo speciale per un evento unico. Un degno inizio per un programma denso e ricco di avvenimenti imperdibili.

Sempre oggi, a partire dalle ore 22 , il Cervino si illuminerà di mille luci creando un’atmosfera da favola che farà risplendere il fascino e la bellezza della grande piramide. Una magia che si ripeterà e si potrà ammirare fino al 19 luglio. Iniziano oggi anche la serie di escursioni e ascensioni giornaliere proposte dalle Guide Alpine del Cervino. Un Open days dedicato agli appassionati e alle famiglie per conoscere e soprattutto “vivere” il Cervino.

Domani, 11 luglio, si inaugurerà al Museo Guide del Cervino di Breuil-Cervinia anche la grande mostra “Creste e pareti del Cervino. 150 anni di storia alpinistica 1865-2015.” curata da Alessandro Gogna e Alessandra Raggio per rendere omaggio all’anniversario alpinistico della montagna-simbolo e ricordare un’altra importante ricorrenza: la nascita della Società Guide del Cervino.

I festeggiamenti proseguiranno con un programma ricchissimo. Un pieno di eventi alpinistici, attività outdoor, trekking e trail, spettacoli, musica e danze, cinema, teatro e letteratura che culmineranno venerdì 17 luglio al Centro Congressi Billia di Saint-Vincent con “Il Cervino racconta” una grande serata evento condotta da Kay Rush che avrà come protagonisti la grande montagna e alpinisti d’eccezione come Reinhold Messner, Hervé Barmasse, Catherine Destivelle e Simon Anthamatten.

CERVINO 150
Programma 10 luglio 2015 – 9.30/10.00 intrattenimento musicale con il Gruppo Filarmonico di Quart e la Corale di Valtournenche – 10.00/10.30 saluto delle autorità e presentazione di “Cervino 150” – 10.30 spettacolare passaggio delle Frecce Tricolori – A seguire: aperitivo in collaborazione con l’associazione commercianti, bar e ristoranti di Breuil-Cervinia.
Vai a tutto il programma di Cervino 150

Foto da ansa.it

Le Frecce tricolori celebrano il Cervino

La Pan ha inaugurato la festa per i 150 anni dalla prima scalata della Gran Becca, che sarà protagonista fino al 19 luglio di un ricco calendario di eventi

da ilfriuli.it, 10 luglio 2015 [ fonte ]

Le acrobazie delle Frecce Tricolori hanno dato il via alle celebrazioni per i 150 anni dalla prima scalata del Cervino, montagna considerata impossibile da scalare fino al 1.800. La Gran Becca sarà protagonista fino al 19 luglio di un ricco calendario di eventi, dagli incontri con alpinisti del calibro di Reinhold Messner al concerto di Irene Grandi. A Cervinia è tutto pronto, da questa notte potenti fari illumineranno la montagna.

Decollati dall’aeroporto di Torino i nove aerei della Pattuglia acrobatica nazionale hanno sorvolato la vetta del Cervino, meravigliando la folta platea accorsa per l’evento.

“Cervinia è tornata, basta alzare gli occhi al cielo per capirlo. La verticalità ci appartiene”, ha detto il sindaco Deborah Camaschella. “L’arrivo delle Frecce tricolori è un sogno, iniziato un anno fa, che prende realtà”, ha aggiunto l’assessore comunale alla Montagna Massimo Chatrian. “Oggi siamo noi conquistati da lui”, ha detto il presidente delle guide del Cervino, Ottavio Gerard, riferendosi alla vetta.

“Auguri Cervino”, e le Frecce Tricolori celebrano i 150 anni della conquista

Esibizione questa mattina della Pattuglia Acrobatica per l’inizio della festa che ricorda la prima scalata della Gran Becca

di Cristian Pellissier
da lastampa.it, 10 luglio 2015 [ fonte ]

«Auguri Cervino. Oggi possiamo dirti che siamo tornati, oggi Cervinia è tornata, oggi inizia il domani». Deborah Camaschella, sindaco di Valtournenche, ha dato il via con queste parole alle celebrazioni dei 150 anni della conquista del Cervino. La cerimonia è iniziata in musica alle 9,30.

Il momento clou è stato alle 10,26 quando sono arrivate le Frecce Tricolori, che hanno disegnato la bandiera italiana davanti alla Gran Becca. Un abbraccio metaforico e collettivo che ha lasciato tutti a bocca aperta. La Pattuglia Acrobatica ha stupito con circa tre minuti di esibizione.

È il 1865 l’anno di svolta, prima la cima era temuta e guardata da lontano. Il 14 luglio di quell’anno la conquista della vetta: salendo dal versante svizzero, giunse in cima una cordata guidata dalla guida alpina Michel Croz e dall’inglese Edward Whymper. Furono i primi di una lunghissima serie: pochi giorni dopo, il 17 luglio dal versante italiano, fu la volta delle guide valdostane Jean-Antoine Carrel e Jean Baptiste Bich, con l’aiuto dell’abate Gorret e di J.A. Meynet. Il 14 luglio, proprio per ricordare l’impresa la montagna calerà nel silenzio, sarà chiusa. Lo impongono ordinanze emanate in Svizzera e in Italia. Niente cordate di alpinisti. «E’ un modo – ancora Camaschella – per onorare le persone che sul Cervino sono morte». Si tratta di circa 500 alpinisti. Saranno 10 giorni intensi, con mostre, escursioni a prezzi d’occasione con le Guide del Cervino, dibattiti e presentazioni di libri. Domani alle 21 nel Centro congressi andrà in scena lo spettacolo «La conquista del Cervino» che ripercorre la storia di Jean Antoine Carrel. Il programma completo su può consultare su www.lovevda.it.

Il 17 incontri letterari e dibattiti tra big dell’alpinismo e del giornalismo. Alle 16 a Cervinia il direttore de La Stampa, Mario Calabresi, dialogherà con Reinhold Messner, Hervé Barmasse, Catherine Destivelle e Sandro Filippini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.