(Ultimo aggiornamento: )

Frecce Tricolori: kermesse dell'aria alla base di Rivolto

da Il Piccolo, anno 119, n° 203, 1 settembre 2000, p. 7

UDINE Tra le trecento le cinquecentomila le persone attese a Rivolto il 10 settembre per la grande «Giornata azzurra 2000» promossa dall’Aeronautica militare italiana in concomitanza con il 40.o anniversario di fondazione delle mitiche Frecce Tricolori e con l’8.o Raduno (che si svolge con cadenza quinquennale) dei piloti delle pattuglie acrobatiche.

Grandi preparativi operativi e logistici nella base aerea di Rivolto per un avvenimento di rilevanza internazionale. Una kermesse dell’aria che si svolgerà ininterrottamente dalle 11 del mattino alle 17.30 del pomeriggio e che prevede l’esibizione di un’ottantina di velivoli storici e avveniristici, guidati dai migliori piloti acrobatici. Previste, oltre alle Frecce Tricolori che si esibiranno in chiusura di programma, le esibizioni delle pattuglie acrobatiche nazionali di Francia, Svizzera, Svezia, Inghilterra e Spagna.

Un evento studiato, fin nei più piccoli particolari, soprattutto per quanto riguarda la viabilità d’accesso alla manifestazione, per garantire uno spettacolo davvero, fuori del comune.

Numerose le iniziative collaterali presentate in conferenza stampa dal col. pil. Gavino Manca, comandante del 2.o Stormo e dal suo staff: tra le più interessanti una mostra «statica» nell’area della base per vedere da vicino i velivoli che hanno fatto la storia dell’aeronautica italiana.

Informazioni dettagliate si possono trovare sul sito www.aeronautica militare.it/8 raduno.

Giornata azzurra 2000
10 settembre 2000 – aeroporto militare Rivolto

  • 8° Raduno Piloti Pattuglie Acrobatiche – Giornata azzurra 2000 –
  • organizzazione: 313° Gruppo A.A.
  • si festeggiava i 40° anniversario delle ‘Frecce Tricolori’
  • giornata di sole stupenda
  • 350000 le presenze (chi dice anche 450000) nonostante nello stesso giorno ci sia il Gran Premio di Monza: ma c’è chi si è armato di mini-TV…
  • programma (all’inizio, tra un display e l’altro, intervallato dal passaggio in formazione di 9 AMX del 2° Stormo) non in ordine di esecuzione:
    • il SAAB 35 OE Draken austriaco
    • F16 della Belgian AF
    • l’MB339-CD, l’AMX, un F 104 e il G-222 del Reparto Sperimentale di Volo
    • esibizione (bissata) dell’EF-2000 della German Air Force, che portava anche un Tornado IDS D
    • F18 della Swiss AF
      e le seguenti pattuglie acrobatiche
    • le “Breitling Eagles” su 4 SU 31
    • il “Team 60”, la Pattuglia Acrobatica svedese, su 6 S-105
    • la “Patrouille Suisse” con 6 F-5
    • la “Patrouille de France” su 8 Alphajet
    • le “Red Arrows” con 9 Hawk
    • terminavano la mitica giornata, le “Frecce Tricolori” con il ‘Basso di 9+1 MB 339-A PAN’.
  • la manifestazione è stata trasmessa in diretta via Internet.

Frecce, compleanno in cielo

Domenica la pattuglia festeggerà i quarant'anni a Rivolto con una spettacolare esibizione

di Luca Perrino
da Il Piccolo, anno 119, n° 209, 8 settembre 2000, p. 7

RIVOLTO. Compie quarant’anni la Pattuglia acrobatica nazionale della nostra Aeronautica militare. Un traguardo storico, quello rag-giunto dalle ormai «mitiche» Frecce Tricolori. Quarant’anni di storia e di successi, nel corso dei quali, prima sugli F86, poi sugli amati G91 ed oggi sugli Aermacchi MB 339, gli selezionatissimi piloti dell’arma azzurra si sono imposti per bravura e professionalità in tutto il mondo.

Il compleanno verrà festeggiato domenica sulla base di Rivolto, «culla» del 313° gruppo di addestramento acrobatico, nel corso di quella che è stata chiamata «Giornata azzurra 2000» e che si svolgerà in concomitanza con l’ottava edizione del raduno dei piloti della pattuglie acrobatiche italiane succedutesi nel tempo, dai «Cavallini Rampanti» ai «Getti Tonanti», le «Tigri Bianche», «Diavoli Rossi», «Lancieri Neri» sino alle attuali «Frecce Tricolori».

I cancelli della base apriranno i battenti alle 8, ma lo spettacolo vero e proprio, decisamente il più grande organizzato in Europa quest’anno, scatterà alle 11. Fino ad allora la moltitudine di persone presenti, si pensa ad un afflusso vicino alle 500.mila unità, potrà ammirare una curatissima mostra statica di diversi velivoli militari.

L’evento, oltre a coinvolgere molti reparti di volo dell’Aeronau-tica militare italiana, vedrà la presenza dei migliori team acrobatici mondiali. Tra gli altri saranno in vo-lo gli 8 «Alphajet» della Patruille de France, i 9 «Hawk» degli inglesi »Red Arrows«, ma anche gli 6 »F 5« della »Patrouille Suisse« ed i 4 »Sukoi 31« della neonata pattuglia civile »Breitling Eagles«, formata da altrettanti piloti già in forza alla Pan.

Ma il momento più atteso sarà sicuramente quello che si svilupperà dalle 16.56. Protagonisti saranno i dieci piloti all’ordine del tenente colonnello Umberto Rossi, sedicesimo comandante delle Frecce Tricolori. La loro esibizione terrà col fiato sospeso i partecipanti per ben mezz’ora.

Sarà il gran finale di una kermesse dedicata al mondo aeronautico e a tutti coloro i quali hanno voluto concretizzare la loro passione costituendo i ben 84 club di fans delle »Frecce« diffusi in tutt’Italia, ma anche a Monaco di Baviera e negli Emirati Arabi.

La manifestazione, poi, potrà essere seguita alla televisione grazie alla diretta diffusa da Telefriuli.

EF-2000 della German AF – “Patrulla Aguila” – “Patrouille de France” – “Red Arrows”

Frecce Tricolori, un'emozione nel blu

A Rivolto per i 40 anni di vita della Pattuglia acrobatica nazionale italiana anche spagnoli, inglesi, francesi e svizzeri

Oltre 450 mila persone hanno seguito da terra lo show durato ben 7 ore

di Luca Perrino
da Il Piccolo, anno 119, n° 36, 11 settembre 2000, p. 6

RIVOLTO Questa volta non c’è stata la pioggia a rovinare, com’era accaduto cinque anni fa, la festa dell’Aeronautica militare italiana, la grande festa della Pattuglia acrobatica nazionale e di tutti. gli appassionati delle «macchine volanti». Le Frecce Tricolori, alla quale era dedicata la «Giornata azzurra 2000», svoltasi ieri sulla base friulana di Rivolto, hanno potuto completare il programma alto, quello più atteso e spettacolare, chiudendo così una manifestazione che, oltre che dalle ottime condizioni atmosferiche, è stata salutata da una folla immensa, da tanta gente, arrivata da tutta Italia.

Le stime parlano che a Rivolto, ieri, in occasione dei quarant’anni della Pattuglia acrobatica nazionale e dell’ottavo raduno dei piloti delle pattuglie acrobatiche, non meno di 450 mila persone abbiano assiepato il grande prato di quella che è la sede del 313.o Gruppo di addestramento acrobatico e del 2.o Stormo Caccia.

È stata la festa dell’aviazione italiana, di quell’arma azzurra che sta lentamente e faticosamente mutando il suo volto e le sue caratteristiche, non fosse altro per l’arrivo ormai imminente delle «top gun» in gonnella.

E anche la linea volo, presto, sarà destinata a cambiare il suo volto con l’arrivo del nuovo caccia-bombardiere «Efa 2000», il quale dovrà sostitúire l’ormai obsoleto ma sempre glorioso F-104. Del primo ne è stato presentato un esemplare di proprietà di una delle aziende costruttrici, mentre il secondo era presente solamente in mostra statica.

Oltre sette ore di evoluzioni aeree, quelle di sofisticatissimi F-18, Mirage 2000 o dei Tornado, ma anche quelle dei sorprendenti rnonomotori «Sukoj 31», delle «Breitling Eagles» o del «G-222» del reparto sperimentale di volo che per essere un velivolo da trasporto ha fatto vedere i «sorci verdi» ai colleghi acrobatici.

Ma il momento più atteso, e non poteva essere diversamente, è giunto alle 17.10, quando hanno preso il volo i dieci «Aermacchi Mb-339» della pattuglia acrobatica nazionale, un decollo avvenuto, fra l’altro, proprio dinanzi agli occhi dell’ingegner Barzocchi, progettista del velivolo italiano. 25 minuti in cielo per disegnare figure che, in questi quarant’anni, sono state ammirate in tutto il. mondo e che, senza retorica, hanno mantenuto alto il nome dell’arma azzurra. 25 minuti impeccabili, frutto di preparazione costante, professionalità e spirito di sacrificio, doti e volontà, queste, che, proprio nell’anno del quarantesimo anniversario, non potevano ottenere regalo migliore che un pubblico di 450 mila appassionati.

Rullaggio * – Prima del Ventaglio * – Looping * – Looping
Lomçovak” del solista – Incrocio dopo l'”Arizona” – Durante il doppio tonneau
(le foto contrassegnate con un asterisco sono state inviate da Alessandro Falorni di Rimini, le altre sono di Claudio Pisu)

Scarica la brochure

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.