(Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2021)

da Renato Rocchi, La splendida avventura – La storia del volo acrobatico, vol. 3°, p. 135

■ 28 giugno – aérodrome Beauvechain – Belgio
• “International Air meeting”
• organizzazione: Armée de l’Air Belgique

• nota: alla presenza del Principe di Liegi ed oltre 100.000 persone, rispettando un “clichè” nell’organizzazione fin troppo collaudato. Sapeva di stanca.

• le presentazioni di risalto

: gli Slivers” – 2 F 104 G – in un programma veramente spettacolare, soprattutto per quel tempismo negli incroci,
i piloti:
Cap. Steve Nuyts Adj. Palmer De Vlieger

: la presentazione dell’SF 260
pilota Cap. Siccard

: la presentazione dell’MB 326
pilota Cap. C. Fazzini

e quattro pattuglie acrobatiche

: la “Patrouille de France” – Francia
con 7+2 Fouga Magister

: le “Red Arrows” – Gran Bretagna
con 7+2 GNAT

: le “Frecce Tricolori”
con il programma “Alto di 9+1 G. 91”

: i “Diables Rouges” – Belgio
con 6 Fouga Magister

Foto di Hans Engels da thunderstreaks.com

da Roberto Bassi, Il destino in una stella, Udine, 2019, p. 160

I1 26 giugno successivo la Pattuglia Acrobatica Nazionale vola verso il cielo del belgio accompagnata questa volta, come supporto logistico, dal un DC-6C messo a disposizione dal Reparto Volo Stato Maggiore di Ciampino.

Dopo il consueto scalo logistico a Torino-Caselle, necessario in quanto il sorvolo di Austria e Svizzera sono vietati, le Frecce atterrano a Beauvechain dove il giorno successivo effettuano una prova nella formazione completa.

Alla manifestazione, che ha luogo il 28 giugno, organizzata dalla Forza Aerea Belga ed alla presenza del Principe di Liegi, l’Aeronautica Militare è rappresentata dal Cap. Fazzini con il suo Macchi MB.326 e dalle Frecce Tricolori.

Ci sono inoltre: la Patrouille de France, il fantastico duo belga, gli “Slivers”, che vola con gli F-104G e la pattuglia dicasa, i Diables Rouges.

II rientro a casa del 29 giugno è disturbato dal maltempo e la prima sezione (Franzoi, Purpura, Santilli, Gallus, Montanari e Bonollo) è costretta ad atterrare a Villafranca mentre la seconda (Sburlati, Ferrazzutti, Gays, Pettarin, Zardo e Jansa) è costretta a prendere terra a Treviso.

Le due sezioni ridecollano, rispettivamente alle 19.10 e alle 19.40, alla volta di casa dove trovano ad attenderli il DC-6C con gli specialisti e un nuov pilota assegnato al Gruppo, il Serg. Elio Palanca proveniente dal 2° Stormo di Treviso e con una notevole esperienza sul G.91. Il trasferimento di quest’ultimo sarà ufficializzato il 6 luglio.

Foto di Ad Vercruijsse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.