(Ultimo aggiornamento: )

Una rappresentanza del 313° Gruppo Addestramento Acrobatico a Gubbio per la tradizionale accensione dell’Albero da record

di Cap. Riccardo Chiapolino
da aeronautica.difesa.it – 7 Dicembre 2018

Venerdì 7 dicembre si è accesso per la 38^ volta a Gubbio l’Albero di Natale più grande del mondo. Alla cerimonia di apertura in Piazza dei Quaranta Martiri, ove erano presenti numerose Autorità religiose, civili e militari di livello regionale, è intervenuta una rappresentanza delle Frecce Tricolori in qualità di testimonial 2018 dell’evento.

Il Comitato dell’Albero di Natale più grande del mondo, realtà da Guinness dei primati, individua infatti ogni anno un tema che rappresenti il filo conduttore di questa tradizione così sentita ed importante per la città umbra.

Tema del 2018 è lo “spirito di squadra” e pertanto proprio l’Aeronautica Militare per il tramite della sua espressione rappresentativa, la Pattuglia Acrobatica Nazionale, è stata scelta come testimonial di un evento come l’accensione del grande Albero che con la sua realizzazione unisce insieme tutti gli “Alberaioli” eugubini che, con passione ed impegno, hanno svolto un lungo ed intenso lavoro di team per posizionare le oltre 700 luci sulle pendici del Monte Ingino, per una superficie pari a circa 30 campi da calcio.

Numerosi gli interventi sul palco durante cerimonia tra cui quelli del Presidente del Comitato, Lucio Costantini e del Sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati che hanno ringraziato l’Aeronautica Militare per la partecipazione e per la disponibilità concessa alla città di Gubbio.

Il Maggiore Gaetano Farina, neo-Comandante delle Frecce Tricolori, al termine del suo saluto ha così avuto l’onore di accendere l’Albero, gesto che nelle passate edizioni aveva visto protagonisti personalità quali il Santo Padre ed il Presidente della Repubblica e l’astronauta Paolo Nespoli.

Insieme al Comandante della PAN i rappresentanti delle due realtà imprescindibili che costituiscono la squadra delle Frecce Tricolori: il Pony n° 2 della Formazione 2018 delle Frecce Tricolori, il Cap. Franco Paolo Marocco, a rappresentare tutti i piloti della formazione ed il Capo Ufficio Comando in rappresentanza invece di tutta la “squadra a terra“, il dietro-le-quinte della Pattuglia Acrobatica Nazionale composto in particolare dai circa 70 specialisti della manutenzione del velivolo MB339PAN.

Essere stati scelti come simbolo del lavoro di squadra ci onora profondamente perché significa aver colto nella sua essenza la missione che l’Aeronautica Militare ha assegnato alle Frecce Tricolori ovvero quella di rappresentare tutte le donne e gli uomini della Forza Armata che ogni giorno animati da valori quali la passione, la coesione e l’umiltà mettono la propria professionalità al servizio del Paese” ha affermato il Maggiore Farina dichiarandosi profondamente onorato di aver ricevuto questo prestigioso compito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.